ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: come si affronta il virus in Europa

euronews_icons_loading
Covid-19: come si affronta il virus in Europa
Diritti d'autore  Joe Giddens/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Limitare i contatti, ma senza la chiusura totale: è la ricetta di Belgio e Germania per arginare la seconda ondata Covid.

In Belgio serrande abbassate per le attività non essenziali - negozi, ristoranti, palestre, piscine - e obbligo del telelavoro quando è possibile. Per tutti, utilizzo ovunque delle mascherine e coprifuoco a partire dalle 22.

"Il governo non è in grado di risolvere il problema - dice un cittadino di Bruxelles - questa crisi è gestita male. Critichiamo Trump ma non siamo migliori".

Anche i commercianti attaccano le misure del governo belga: "I negozi online ci stanno gradualmente distruggendo. Basta vedere il prezzo delle azioni Amazon, che è alle stelle".

Anche la Germania chiude, ma con eccezioni

In Germania chiudono cinema, teatri, palestre, piscine, oltre a ristoranti e bar. In casa la regola prevede incontri, ma con non più di 10 persone.
Tutti i viaggi non necessari sono fortemente sconsigliati. Restano aperti gli istituti scolastici e gli asili, come pure negozi e parrucchieri.
I cortei sono ammessi nel rispetto delle misure di sicurezza. Consentite anche le funzioni religiose..

Regno Unito pronto al lockdown nazionale

In Gran Bretagna il premier Boris Johnson si è arreso alla velocità di diffusione del virus, che ha fatto schizzare il numero di casi Covid accertati a oltre un milione, ed ha ripristinato il lockdown in tutto il Paese.

In attesa della chiusura, disposta da Johnson a partire da giovedì, i cittadini affollano negozi e centri commerciali per acquistare beni di prima necessità con l'obiettivo di evitare le lunghe code e l'assalto agli scaffali.

In Italia attesa per il nuovo Dpcm

In Italia si attende una stretta con il nuovo Dpcm tra lunedì 2 novembre e martedì 3 novembre. Tra le ipotesi al vaglio: lockdown locali, videolezioni per gli studenti dalla terza media in su, chiusura di bar e ristoranti anche a pranzo nelle aree rosse, coprifuoco dopo le 21.