ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Accordo fra Israele e Sudan per normalizzare le relazioni

euronews_icons_loading
Accordo fra Israele e Sudan per normalizzare le relazioni
Diritti d'autore  Photo : Alex Brandon (Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.)
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo Gli Emirati Arabi e il Bahrain, il Sudan ha aperto alle relazioni con Israele. Cruciale ancora una volta la mediazione degli Stati Uniti.

"Per decenni il Sudan ha vissuto in uno stato di guerra con Israele, boicottando anche il commercio con lo Stato ebraico. Non c'era alcun tipo di relazione - ha commentato il presidente americano Donald Trump - L'accordo di pace firmato oggi aumenterà la sicurezza di Israele e porrà una fine al lungo isolamento del Sudan dal mondo per via della situazione nel Paese. Farà nascere nuove opportunità per il commercio, l'educazione e la ricerca , oltre alla collaborazione e all'amicizia fra i due popoli."

Per spianare la strada all'intesa, Trump ha fatto rimuovere il Sudan dalla lista degli Stati sponsor del terrorismo a condizione di indennizzarele vittime americane di attentati.

Relazione travagliata

Il Sudan aprirà presto al traffico aereo da Israele, dove il primo ministro Benjamin Netanyahu ha accolto con favore l'intesa.

"E' un altro passo importante verso la pace con il mondo arabo, ha dichiarato - La normalizzazione delle relazioni tra Israele e Sudan è un cambiamento epocale. Quella che è iniziata è una nuova era, un'epoca di pace autentica. Una pacificazione che sta avanzando e sta ampliandosi a un numero sempre maggiore di Paesi Arabi: tre solo nelle scorse settimane."

Nel 1967, ha ricordato Netanyahu, fula città di Khartoum a ospitarela conferenza della Lega Araba in cui si ribadì la linea di non riconoscimento dello Stato d'Israele e il divieto di negoziati.

Era di pace, ma non per tutti?

Martedì, Gli Emirati Arabi Uniti e Israele hanno raggiunto un accordo di reciprocità per l'ingresso senza visto nel territorio dei due Stati, gettando le basi per nuove e promettenti opportunità di collaborazione.

Lunedì il Bahrain ha ratificato l'intesa raggiunta sempre con la mediazione americana. Un punto per l'amministrazione Trump, mentre i leader palestinesi chiedono che i Paesi arabi non stringano legami con Israele finché la pace non sarà garantita anche per loro.