Brigate rosse: scoperto deposito a Rieti

archivio
archivio Diritti d'autore AP Photo
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Trovati munizioni e documenti. Ora la scientifica proverà a rendere leggibili i fogli rovinati

PUBBLICITÀ

Un mistero lungo 40 anni quello che avvolge gli Anni di Piombo in Italia. L'ultimo tassello arriva dai boschi della Sabina nell'alto Lazio, dove la Digos di Roma ha trovato un deposito di documenti e munizioni in mezzo ai boschi. L'ultimo foglio leggibile porta la data del 1977, quindi prima del rapimento di Aldo Moro. La scientifica proverà a ricostruire frammento dopo frammento i pezzettini di carta trovati sotto terra.

In una busta di plastica, sono stati ritrovati uno scritto del comitato rivoluzionario toscano dato 2 giugno ’77, quando le Br spararono alle gambe di Indro Montanelli, una scheda informativa sul leader democristiano Antonio Bisaglia e uno schema del "potere" dell'epoca.

Risorse addizionali per questo articolo • Corriere.it

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Il mistero Orlandi nelle ossa della Nunziatura a Roma?

Arrestato a Roma un uomo affiliato all'Isis: usava diverse identità per sfuggire alla cattura

Allerta terrorismo, misure straordinarie a Roma: focus sul Vaticano per il Venerdì santo e la Pasqua