ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Russia: Alexei Navalny è in coma dopo il sospetto avvelenamento

euronews_icons_loading
Russia: Alexei Navalny è in coma dopo il sospetto avvelenamento
Diritti d'autore  Pavel Golovkin/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

L'oppositore principale di Vladimir Putin, Alexey Navalny, è ricoverato in ospedale in stato di incoscienza dopo il sospetto avvelenamento di cui sarebbe stato vittima.

Navalny si è sentito male durante il volo partito da Tomsk e diretto a Mosca.

La dinamica

"Questa mattina Navalny stava tornando a Mosca da Tomsk - fa sapere la sua addetta stampa, Kira Yarmysh: durante il volo ha iniziato a sentirsi male, l'aereo ha effettuato un atterraggio di emergenza a Omsk ".

Un anno fa, quando Alexei era in carcere, venne avvelenato. E ora gli sta accadendo la stessa cosa. ha scritto la collaboratrice.

Navalny, avvocato di professione e azionista di compagnie privatizzate come Gazprom e Rosneft, si è accreditato in Russia come un militante anti-corruzione e la sua popolarità è andata rapidamente crescendo tanto da venire definito dalla stampa statunitense "l'uomo che Putin teme di più".

Arrestato diverse volte, sulla sua testa pendono due sentenze di condanna a cinque anni e a tre anni e mezzo, entrambi sospese. I processi che ha subito tuttavia sono considerati non equi dalla Corte europea per i diritti umani.

Appena nei giorni scorsi, Navalny aveva commentato le proteste a Minsk contro Lukashenko definendole "un esempio contagioso" che mette a rischio il Cremlino, dato che potrebbe scoppiare una infezione democratica.

Il politico inoltre aveva richiamato le proteste antigovernative in atto da mesi a Khabarovsk, vicina ai confini con la Cina, definendole la più importante novità politica degli ultimi tempi.

Le condizioni cliniche e i dubbi del medico personale

Secondo il vice direttore sanitario dell’ospedale, Anatoly Kalinichenko, le sue condizioni sono gravi ma stabili, mentre dubbi sull'attuale, effettiva sicurezza del paziente sono avanzati dal medico personale di Navalny, Yaroslav Ashikhmin, intervistato da Euronews.

"Non so quali siano le sue condizioni - dice - Alexei era praticamente sano, non si può escludere il fattore tossico in questo caso, questa versione sembra molto realistica.

Non posso prevedere la situazione, occorre capire cosa gli sta succedendo, tali domande possono essere poste solo ai medici che lo hanno in cura.

La moglie di Alexei è lì, adesso.: legalmente, ora tutto dipende da lei: abbiamo trovato ottime cliniche in Europa, che potenzialmente, nonostante il coronavirus, possono accogliere un paziente.

Dobbiamo decidere dove fornirgli cure mediche, di certo dev'essere una clinica specializzata in tossicologia, è facile capire perché non può restare in Russia".

Evgeniy Sofiychuk/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.
AP PhotoEvgeniy Sofiychuk/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved.