ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Copenhagen: un tuffo al porto nella stramba estate 2020

euronews_icons_loading
Copenhagen: un tuffo al porto nella stramba estate 2020
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Un tuffo quasi da stuntman dal ponte di un'imbarcazione agli ormeggi nel porto di Copenhagen. Non una prova di coraggio, non un cimento di quelli che spopolano tra gli impavidi che, anche in Italia, testano l'acqua di fiumi e scali soprattutto in inverso. Nella capitale danese fare il bagno al porto è normale: una piccola parentesi, condivisa da molti, nell'estate danese.

Se non nella piscina con trampolino, all'interno di Islands Brygge (sempre al porto), complesso realizzato dall'archistar Bjarke Ingels, le abluzioni si fanno proprio tra le barche che punteggiano i docks danesi.

Ma nella calda estate 2020 - segnata dalla pandemia di coronavirus e dalle limitazioni, anche solo di opportunità, agli spostamenti - vale pure un giro per i canali su piccoli scafi o in canoa.
E per chi, invece, vuole solo godersi le temperature estive e prendere la tintarella ci sono sempre le banchine, magari quelle del porto vecchio, il rifugio di marinai e scrittori, compreso Andersen che qui abitò per venti anni.