La Russia profonda protesta contro Putin

La Russia profonda protesta contro Putin
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

A Khabarkovsk migliaia di persone scendono in strada per chiedere laa liberazione del governatore arrestato

PUBBLICITÀ

Migliaia di manifestanti nella città di Khabarovsk, nell'estremo oriente russo, sono scesi in piazza, protestando contro l'arresto del governatore della regione con l'accusa di coinvolgimento in molteplici omicidi.

I media locali hanno calcolato che il raduno ha attirato oltre 15.000 persone. Sergey Furgal, è stato arrestato due settimane fa.

Così alcuni manifestanti:  "Gli era stato permesso di essere eletto. Poi, un anno e mezzo dopo, è stato preso e arrestato. E che vuoi dire? Questa è solo arbitrarietà politica."

"Le persone sono stufe del modo in cui sono trattate, le autorità ci privano della nostra libertà di scelta".

Una donna afferma: "Anche se ho quasi 70 anni, mi preoccupo sinceramente della mia regione, della Russia e della nostra nazione, del Furgal e della libertà. 

"Le persone sono stufe del modo in cui sono trattate, le autorità possono semplicemente rubarci la libertà di scelta".

Gli enormi raduni nella città di Chabarovsk al confine con la Cina presentano una crescente preoccupazione per il Cremlino e arrivano dopo che il presidente Vladimir Putin questo mese ha supervisionato un controverso voto che gli ha permesso di prolungare la sua presa di potere fino al 2036.

L'inaspettata vittoria di Furgal nelle elezioni riflette la crescente frustrazione pubblica nei confronti delle politiche del presidente Putin e segna una battuta d'arresto per il principale partito del Cremlino, la Russia Unita.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

La "lontana Russia" non si arrende: Khabarovsk continua la sfida a Putin

Russia: decine di arresti nel corso di due manifestazioni parallele

Manifestazioni anti-Putin che non preoccupano il Cremilino: cosa succede in Russia estremo-orientale