ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Una bella vacanza a scuola, la Francia non si ferma

euronews_icons_loading
Una bella vacanza a scuola, la Francia non si ferma
Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Le scuole francesi hanno riaperto gradualmente dopo la fine del confinamento, ma solo per alcune settimane prima delle vacanze estive. Al fine di garantire un barlume di corsi di recupero il governo francese ha lanciato il programma "vacanze di apprendimento" mirato a quasi un milione di fanciulli di età compresa tra 3 e i 17 anni. Gli istituti si sono adattati ai nuovi bisogni.

Recuperi ma non miracoli

"Di sicuro non faremo miracoli. L'obiettivo è ricostituire la fiducia per poter avviare serenamente il prossimo anno scolastico. Così i bambini hanno messo piede a scuola, hanno visto i compagni, hanno visto i maestri, il preside... in realtà questo è un periodo di cerniera in prospettiva del ritorno nelle aule a settembre": commenta l'insegnante Nadia Gernet.

Estate in città

Per i genitori che hanno faticato a gestire a lungo i bambini confinati a casa il programma è un sospiro di sollievo. Sono tante le famiglie che per ovvie ragioni non possono permettersi più neanche il campeggio quindi dover gestire ancora i figli a casa oppure vederli vagare nelle periferie sono scenari che si preferiscono evitare.

Anche un atelier di graffiti

Ecco allora anche una serie di iniziative per i più grandi come un atelier di graffiti che sembra aver riscosso molto successo. Si cerca di tornare in carreggiata come molti studenti fanno a Montfermeil (Seine-Saint-Denis) con le attività delle "vacanze di apprendimento". Per una settimana, divisi per livello e in piccoli gruppi, una delle scuole di questa famosa città alla periferia di Parigi ha visto la resurrezione delle lezioni frontali anche di matematica e francese, al mattino seguite poi da attività sportive e culturali nel pomeriggio. Il sistema prevede l'apertura in tutto il paese di 2.500 istituti, dalle scuole elementari a quella superiore.