EventsEventi
Loader

Find Us

FlipboardLinkedin
Apple storeGoogle Play store
PUBBLICITÀ

Algarve: un paradiso senza turisti

Algarve: un paradiso senza turisti
Diritti d'autore Armando Franca/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Diritti d'autore Armando Franca/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Anche il Portogallo soffre per la crisi causata dalla pandemia, aggravata dal fatto che il Regno Unito ha imposto la quarantena ai vacanzieri che rientrano dall'estero

PUBBLICITÀ

Brutto momento per il turismo in Europa. Le immagini del servizio vengono dalla regione di Algarve, a sud del Portogallo, 150 chilometri di costa che si affacciano sull’Oceano Atlantico. Una volta presi d'assalto dal turismo di massa.

"Abbiamo aperto e subito chiuso - dice il ristoratore Carlos Guerreiro - Pensavamo che sarebbe stato un anno buono. In questo periodo gli altri anni avremmo servito oltre 300 persone al giorno. Ora ne serviamo 30-40".

La crisi causata dalla pandemia è stata aggravata dalla decisione britannica di imporre la quarantena ai vacanzieri di ritorno a casa. I britannici rappresentano un terzo dei turisti della regione e quasi il 50% dei passeggeri che arrivano all'aeroporto di Faro.

"Riempiamo il bar solo del 10-20 percento durante il giorno.  E proprio quando cominciamo ad avere movimento dopo cena, tra le 22 e le 22,30 arriva la chiusura" dice un barman, che critica la serrata imposta alle 23, che taglia fuori la movida notturna.

Il Portogallo non è uno dei paesi europei più colpiti dal Covid: ad ora si contano 1.646 decessi e 45.679 casi confermati.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19: tensione fra Portogallo e Regno Unito

Spagna e Portogallo, riaprono le frontiere

Il Portogallo riapre le frontiere con la Spagna ma obbliga al lockdown interi quartieri di Lisbona