EventsEventiPodcasts
Loader

Find Us

PUBBLICITÀ

"Tutelare gli stagionali". Risoluzione del parlamento europeo

"Tutelare gli stagionali". Risoluzione del parlamento europeo
Diritti d'autore APTV
Diritti d'autore APTV
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

L'Assemblea chiede alla Commissione di agire per garantire i diritti di 17 milioni di lavoratori, molti frontalieri

PUBBLICITÀ

La pandemia rischia di aggravare le già precarie condizioni per i lavoratori transfrontalieri impegnati in agricoltura. È l'allarme lanciato dal Parlamento europeo con la risoluzione approvata ieri che invita la Commissione a identificare le carenze nelle legislazioni dei paesi membri e a considerare la necessità di una riforma della stessa legislazione comunitaria sul tema.

"La pandemia ha fatto emergere le precarie condizioni di occupazione di almeno 17 milioni di lavoratori, dei quali centinaia di migliaia sono lavoratori transfrontalieri e stagionali. Già prima della crisi era necessaria una migliore protezione sociale, ma la mancanza di misure di sicurezza che si vede nei campi di asparagi o di fragole, o nei macelli per animali in Germania e nei Paesi Bassi, ci costringe ad aprire gli occhi", ha detto nel suo intervento in aula Petra Sutter, dei Verdi.

Agli anni di indifferenza sulla sorte dei braccianti in Europa, segue ora l'allarme per il pesante impatto economico della pandemia sull'agricoltura, che in molti paesi rischia di vedere andare perduti interi raccolti per le difficoltà di reperire i lavoratori necessari.

In Italia, dove è stata appena varata una norma contro il caporalato, si discute della proposta di regolarizzare i lavoratori migranti, senza permesso di soggiorno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Commissario Ue Varhelyi su premier Georgia: mie parole prese fuori da contesto

Elezioni europee: von der Leyen apre a un accordo con Meloni

Europee, ultimo sondaggio prima del voto: il Parlamento vira a destra, ma la maggioranza è incerta