ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Anche Fb censura Trump, cancellato uno spot elettorale del team del presidente

euronews_icons_loading
facebook logo
facebook logo   -   Diritti d'autore  Marcio Jose Sanchez/Copyright 2018 The Associated Press. All rights reserved.
Dimensioni di testo Aa Aa

Finita la luna di miele tra il presidente americano Donald Trump e il social network Facebook? Forse. Di certo c'è che Fb ha cancellato uno spot elettorale della campagna di Donald Trump per aver violato le norme che vietano "messaggi di incitamento all'odio".

E questo arriva dopo che nei giorni scorsi il colosso dei social network sembrava essersi macchiato di colpe ponziopilatesche riguardo Trump e le sue sparate sui social.

Per Barbara Ortutay, esperta di tecnologia per l'agenzia Ap la constatazione più ovvia suona quasi banale:"Facebook ha subito molte critiche negli ultimi tempi per non aver rimosso i post del presidente Trump. Alcuni facevano riferimento al voto per corrispondenza foriero di frondi elettorali per il presidente americano, altri inneggiavano alla violenza contro i manifestanti di Minneapolis. Sono tempi difficili per i social network: sia che stiano con il presidente sia che lo avversino devono affrontare critiche".

Ecco cosa è successo

Tra i simboli sugli account ufficiali del presidente e del suo vice, Mike Pence, ce ne sarebbe uno che richiama quelli adottati dai nazisti per segnare le divise consegnate agli ebrei del campo di Auschwitz: un triangolo rosso capovolto, è apparso in un messaggio elettorale a firma "Team Trump" in cui si attaccavano gli Antifa, gruppi con cui Trump ce l'ha a morte, definiti dal presidente anarchici antifascisti e di estrema sinistra.

Il team del presidente a tutta risposta ha dichiarato che il triangolo rosso capovolto è un "simbolo usato dalla Antifa".

Poche ore più tardi, il presidente degli Stati Uniti è stato vittima di un'altra censura, questa volta da parte di Twitter. Con cui è da mesi ai ferri corti.

Trump ha postato una versione manipolata di un video molto popolare sui social dal 2019, in cui due bimbi, uno bianco e uno afroamericano corrono l'uno verso l'altro per abbracciarsi. In quello postato da Trump si vede invece un bimbo bianco inseguire quello nero con sotto la scritta "Bambino terrorizzato fugge da bambino razzista".

L'intento del presidente USA era sensibilizzare i suoi follower sulle fake news. Sul tweet è comparsa la dicitura "Contenuto multimediale manipolato".