ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Macron visita stabilimento farmaceutico a Lione: "vaccino sia bene comune"

euronews_icons_loading
AFP
AFP   -   Diritti d'autore  AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Mentre il mondo continua la ricerca di un trattamento e di un vaccino anti Covid19, Emmanuel Macron ha sostenuto che tutti i paesi "devono avere gli strumenti per combattere l'epidemia".

Il presidente francese ha affermato che sarebbe "inaccettabile" se alcune nazioni avessero la priorità di produzione e sviluppo - a seguito dei commenti dell'AD del colosso farmaceutico Sanofi; Paul Hudson secondo cui la società potrebbe fornire il suo futuro vaccino prima agli Stati Uniti perché è il paese che investito di più nella ricerca.

Questo martedi' Hudson ha ospitato Macron in un impianto di ricerca e sviluppo alla periferia di Lione

Cosi' Macron: “Difendo questa visione, che il vaccino sia un bene pubblico globale. Ovviamente, gli sforzi legati alla ricerca devono essere compensati. È logico, ma dobbiamo combattere collettivamente contro qualsiasi forma di ritenzione, sarebbe inaccettabile che questo o quel paese, in particolare le nazioni meno sviluppate, non avessero accesso al vaccino."

A febbraio, il Dipartimento della salute degli Stati Uniti ha iniettato 30 milioni di dollari nella partnership con il farmacista francese

Ma da allora Sanofi ha fatto marcia indietro su questi commenti e ha annunciato investimenti per 600 milioni di euro sui suoi siti di ricerca e sviluppo francesi.

Cosi' Paul Hudson: “Il cuore di Sanofi batte in Francia. La nostra storia e i nostri valori sono in Francia. E il nostro futuro è in Francia. Ecco perché siamo felici di impegnarci qui rispondere alle future pandemie "

Anelse Borges, Euronews: "Da un po 'di tempo, il presidente francese sostiene che qualsiasi vaccino anti Covid-19 dovrebbe essere un "bene pubblico globale". Il mondo chiede che il trattamento e il vaccino siano disponibili rapidamente - per tutti - gratuitamente,

Ma mentre alcuni si preoccupano dell'accesso e della fornitura i ricercatori in diversi programmi di vaccinazione - anche qui a Sanofi - devono ancora svilupparne uno che funzioni davvero".