EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

La Germania lancia la sua app anti coronavirus

La Germania lancia la sua app anti coronavirus
Diritti d'autore Hannibal Hanschke/AP
Diritti d'autore Hannibal Hanschke/AP
Di Alberto De Filippis
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Dubbi per il controllo della privacy e dei dati personali da parte di diverse ong

PUBBLICITÀ

La Germania lancia la sua app anti-Covid n mezzo a molte preoccupazioni in merito ai problemi di privacy in alcuni paesi circa l'uso di questa tecnologia.

Presentata Corona-Warn-App già scaricabile sugli store di Apple e Google. Via libera anche da Ulrich Kelber, commissario federale tedesco per la protezione dei dati personali che ha supervisionato lo sviluppo della tecnologia. Il garante per la privacy tedesco ha dichiarato che non vedeva alcun motivo per sconsigliare di scaricare l’app. Cosi' il ministro della sanità Jens Spahn: "Ogni giorno vogliamo imparare dai feedback - Stamattina sto già ricevendo molti feedback e sono contento che la risonanza sia molto, molto forte. Grazie al feedback, diventerà ancora migliore ogni giorno, ogni ora. L'app è sicura, è volontaria ed è facile da usare. Non potrebbe essere migliore ".

Tutto in ordine per il garante della privacy

Come l’italiana Immuni, anche l’app tedesca è basata su Bluetooth è stata sviluppata da SAP e Deutsche Telekom per un costo di circa 20 milioni di euro e supervisionata da esperti di sicurezza informatica degli istituti di ricerca tedeschi. Ma qualcuno ha dubbi.

Rasha Abdul Rahim, vicedirettore di Amnesty Tech: "Temevamo che i governi si affrettassero a lanciare app di tracciamento dei contatti più invasive senza prendere in considerazione altre alternative in grado di bilanciare adeguatamente la necessità: il bisogno legittimo, devo aggiungere, di contenere la diffusione della malattia con la privacy. Queste due cose non sono ' si escludono a vicenda. Ciò che chiediamo ai governi di fare è assicurarsi che i diritti umani e la privacy siano in primo piano al centro delle app di tracciamento dei ruoli senza contatto "

Proprio come l’omologa italiana pero , l’uso dell’app è del tutto volontario e coloro che lo scaricano non possono essere costretti a caricare i risultati dei test Covid-19, anche se positivi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19, il mattatoio Tönnies preoccupa la Germania: 1300 i lavoratori contagiati

Berlino: una mostra per ricordare le donne della resistenza contro il nazismo

Germania, Angela Merkel compie 70 anni: una vita dedicata alla politica