A Codogno,al bar no mascherina no spritz

A Codogno,al bar no mascherina no spritz
Sindaco, gente sa che non è finita. Sporadici casi assembramento
Di ANSA
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.com per un periodo limitato.

(ANSA) - MILANO, 23 MAG - Nel primo sabato dopo la riapertura dei locali a Codogno pian piano sono ripresi i riti della colazione o dello spritz in piazza, della spesa e dello shopping. Ma tutto all'insegna delle misure di sicurezza anti-Covid di cui i commercianti e titolari dei locali chiedono il rigoroso rispetto. Questi ultimi poi, a chi tenta di 'sgarrare', rispondono con un 'non ti servo da bere'. Oggi sono cominciate a rispuntare le famiglie anche se ancora molte sono le persone 'in solitario' a passeggio nelle vie del centro della cittadina del lodigiano da dove è partita l'emergenza Coronavirus. Cominciano a ritornare "spaccati di vita normale", dice il sindaco Francesco Passerini, ma ci sono anche i segnali che "non è ancora finita": infatti, i commercianti e i gestori dei locali sono "in prima linea" a chiedere di osservare le regole contro i contagi. E addirittura lo testimonia, come è stato riferito, il rifiuto di servire i clienti se non si rispetta il distanziamento o non si indossano le mascherine.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Medio Oriente: l'Iran lancia centinaia di droni e missili verso Israele: ferito un bambino

Guerra in Ucraina: Berlino invia Patriot a Kiev, aumentano i bambini uccisi negli attacchi

Medio Oriente: Pasdaran sequestrano nave "legata a Israele"