ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Albania: ruspe del governo sul teatro della discordia

euronews_icons_loading
Albania: ruspe del governo sul teatro della discordia
Diritti d'autore  Gent Onuzi/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Crollano a colpi di ruspa le speranze di una riconciliazione politica in Albania. Ultimo terreno di scontro: il Teatro Nazionale di Tirana costruito dai fascisti italiani negli anni '40 e abbattuto alle prime ore di questa domenica. Edificio insalubre e pericolante per il governo di Edi Rama, che l'opposizione del presidente Ilir Meta difendeva invece come patrimonio artistico e culturale.

Copyright 2020 The Associated Press. All rights reservedGent Onuzi

Una difficile convivenza politica di cui ha fatto le spese anche la moglie del Capo di Stato Monika Kryemadhi: fermata insieme ad altre decine di artisti e manifestanti, scesi in strada contro la demolizione.

APTN

Una battaglia combattuta anche a colpi di spray urticante, che l'opposizione denuncia come emblema del potere in carica. "Questa è pura ingiustizia - ha detto Lulzyim Basha, leader del Partito democratico, principale forza d'opposizione - . Una violenza che continuerà fintanto che resterà in carica questo governo. L'unica soluzione è mandarli a casa". Un appello condiviso in piazza da artisti e manifestanti al grido di "No alla dittatura" e che il presidente Meta ha subito cavalcato invocando le dimissioni dell'esecutivo e una riunione urgente delle forze d'opposizione.