ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Yemen nel caos: i separatisti prendono Aden

euronews_icons_loading
Fighters with Yemen's Southern Transitional Council (STC) drive a vehicle past a separatist flag
Fighters with Yemen's Southern Transitional Council (STC) drive a vehicle past a separatist flag   -   Diritti d'autore  SALEH AL-OBEIDI/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Si aggrava la situazione in Yemen dove i separatisti del Consiglio di Transizione Meridionale hanno preso la città di Aden in rotta col governo internazionalmente riconosciuto (ma di fatto senza alcune potere e col presidente esule a Riad). Questo nonostante sei mesi fa fossero stati firmati gli accordi di Riad tesi alla formazione di un governo unitario tra le forze lealiste e separatiste, sotto la regia saudita. Per molti la presenza saudita nella regione è troppo ingombrante. Già lo scorso agosto i separatisti avevano preso la città portuale ma la sommossa fu sedata in pochi giorni.

Yemen, devastato da 5 anni di guerra civile

Si apre così un fronte in più per l'esecutivo da 5 anni in guerra, sostenuto da una coalizione internazionale a guida saudita, contro i ribelli sciiti houthi, sostenuti dall'Iran e istallatisi nella capitale Sana'a.

Ora anche ad Aden i palazzi del potere, sebbene mezzi vuoti perché il presidente Hadi passa gran parte del suo tempo a Riad, sono circondati dai blindati. Qui i separatisti accusano l'esecutivo di corruzione e di tradire gli accordi sottoscritti. A sostenerli gli Emirati arabi uniti interessati al controllo del porto di Aden, strategico per il petrolio.

Il timore del coronavirus

Sullo sfondo c'è l'epidemia di coronavirus che potrebbe esplodere da un momento all'altro in un Paese che non è affatto in grado di gestirla, stremato da 5 anni di guerra civile.

L'ONU considera la crisi yemenita una delle più gravi crisi umanitarie del momento. Nel Paese ha già imperversato negli ultimi tre anni un'epidemia di colera devastante e l'impoverimento e la fame sono minacce per milioni di persone. Preoccupa la condizione dei bambini: malnutriti, reclutati per essere soldati, di fatto privati dell'infanzia.

Per saperne di più