ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid 19, Mosca: "Attenti, l'occhio digitale vi controlla"

euronews_icons_loading
Covid 19, Mosca: "Attenti, l'occhio digitale vi controlla"
Diritti d'autore  Alexander Zemlianichenko/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

C'è chi, come Leonid Volkov del movimento di opposizione russa, l'ha definito senza mezzi termini "un campo di concrentramento digitale". Sta di fatto che per far rispettare le misure di confinamento a una metropoli di 15 milioni di abitanti, il sindaco di Mosca ha avviato il controllo automatico dei permessi elettronici che permette ai cittadini di andare in giro.

Il checking manuale degli agenti di Polizia ha però congestionato il traffico ed esasperato i moscoviti. Per loro niente autocertificazione, ma modulo elettronico online con QR-code.
Per guidare la propria auto o prendere i mezzi pubblici è necessario rispettivamente ''linkare'' la targa dell'auto o il pass per il trasporto al biglietto QR.

Dice un automobilista: "Ho preso il mio pass in anticipo. L'importante era registrarsi al Comune. All'inizio era difficile da fare perché il sistema era sovraccarico di richieste".

A Mosca bisogna registrare anche la targa dell'auto. Se si va a lavorare, la richiesta deve essere inoltrata dal datore di lavoro, con firma digitale, e autorizzata dal comune. Se invece si è già in quarantena per sospetto contagio si viene seguiti anche da un’apposita app che segnala l’allontanamento dal domicilio.

Le regole di confinamento sono particolarmente rigide a Mosca: i cittadini possono uscire per necessità urgenti di salute, per fare la spesa o andare in farmacia, per portare a passeggio il cane (in un raggio di 100 metri invece di 200) e buttare i rifiuti.