ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid 19 e il ventre molle della società: i decessi nelle case di cura

euronews_icons_loading
Covid 19 e il ventre molle della società: i decessi nelle case di cura
Diritti d'autore  Jean-Francois Badias/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

È il ventre molle dove Covid 19 si annida con troppa facilità in molti Paesi europei.
Secondo il rapporto della London School of Economics, in Italia, Spagna, Francia, Irlanda e Belgio tra il 42% e il 57% dei decessi avviene nelle strutture di assistenza per anziani.
In Italia sono state avviate diverse indagini penali per accuse di negligenza e omicidio colposo nelle case di cura. A Milano la Guardia di Finanza e la squadra di polizia giudiziaria della procura hanno perquisito il Pio Albergo Trivulzio: un blitz per acquisire le cartelle cliniche degli ospiti deceduti.

Regno Unito: focolai di Covid 19 nelle case di cura

Anche nel Regno Unito, che ha riportato più di 12.000 morti, si teme che il coronavirus stia mietendo più vittime di quelle registrate nelle statistiche ufficiali e nel conteggio giornaliero del governo britannico.
Yvonne Doyle, manafger della Salute Pubblica nel Regno Unito, ammette il problema: "Abbiamo un certo numero di focolai nelle case di cura e la nostra priorità è quella di assicurare che i danni alle persone siano mitigati. Quindi lavoriamo molto attivamente con il settore delle case di riposo, ma si tratta di un comparto molto disperso".

Francia: i decessi degli anziani nelle statistiche Covid 19

La Francia è invece uno dei pochi paesi in Europa a non relegare le vittime nelle case di cura nel sommerso. Su oltre 15.500 decessi per coronavirus, più di 5.600 sono avvenuti nelle strutture di assistenza. La tendenza è comunque in diminuzione: per il sesto giorno consecutivo calano i ricoveri e il ricorso alle terapie intensive. Dai dati diffusi dal capo dell'Agenzia Sanitaria nazionale, Jerome Salomon, emerge che in Francia sono stati 762 i morti nelle ultime 24 ore, negli ospedali e nelle case di cura.

La Svezia non chiude, ma fallisce nella tutela dei suoi anziani

In Svezia le misure di contenimento non sono state così severe come altrove in Europa: sì al distanziamento sociale, no al confinamento. La task force medica svedese ha però ammesso che con gli anziani il governo ha fallito.
Dice l'epidemiologo della task force governativa, Anders Tegnell: "Quello che non ha funzionato molto bene è la tutela dei nostri anziani. Purtroppo abbiamo avuto numerose persone in case di riposo colpite da Covid 19 e sono morte. Questo è molto spiacevole, stiamo lavorando duramente per cercare di rimediare".
Medici, virologi ed epidemiologi in Svezia hanno denunciato l'approccio del governo nell'affrontare l'epidemia, che ha causato la morte di oltre 1000 persone.