ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: calo dei morti in Italia ma aumentano nel Regno Unito

euronews_icons_loading
A coronavirus letter sent to all UK homes by the UK Government
A coronavirus letter sent to all UK homes by the UK Government   -   Diritti d'autore  PAUL ELLIS/AFP or licensors
Dimensioni di testo Aa Aa

Inizia la discesa? Quanti morti oggi? Mai genti lontane sono state così vicine, unite dallo steso sentimento, la speranza che la curva del contagio si appiattisca una volta per tutte.

In Italia cala il numero delle morti, dei ricoveri e dei positivi al Covid-19. Ciononostante, le cifre fornite dalla protezione civile sono ancora abbastanza alte ma arrivano piccoli segnali di speranza e anche l'ISS dice che è iniziata la discesa.

Nel lodigiano per il primo giorno non ci sono state vittime. I decessi odierni sono 542, con 1195 nuovi casi, appena il 7 % delle persone testate (oltre 51mila in un giorno). Rallenta anche il ritmo dei ricoveri e dei degenti che necessitano la terapia intensiva, dove si liberano un centinaio di posti.

Con 938 defunti a causa del virus, in una sola giornata, il Regno Unito si trasforma nel nuovo fronte europeo contro il virus. Il confinamento è previsto fino a lunedì e non si sa se verrà prorogato o no; il primo ministro Boris Johnson, un colpo per l'immagine del Paese, è in terapia intensiva da ormai due giorni anche se cosciente e capace di respirare autonomamente

La Francia resta sul famoso plateau con 541 morti nelle ultime 24 ore e un numero di ospedalizzati enorme ma che, in proporzione, piano piano si flette. Non è il tempo di rilassarsi, però, ed è stato confermato che il confinamento sarà prorogato oltre il 15 aprile, lunedì alle 20 il presidente della Repubblica ne parlerà ai francesi.