ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Covid-19: il virus che spopola in tutti i sensi

euronews_icons_loading
Covid-19: il virus che spopola in tutti i sensi
Diritti d'autore  Ajit Solanki/Copyright 2020 The Associated Press. All rights reserved
Dimensioni di testo Aa Aa

Come prima in Cina, poi in Europa e negli Usa, Covid-19 spopola nel vero senso della parola. Vero kingmaker del nuovo assetto mondiale e di politiche sanitarie, sociali e economiche a livello globale, o forse sarebbe meglio dire_ nuovo big influencer,_ il coronavirus impone al mondo intero un ritiro forzato che spopola e spopola le nostre città e tutti i nostri centri urbani.

E ovunque assistiamo a scene identiche. Clicca il video qui sopra.

Confinamento anche in Sudafrica, dove il presidente della Repubblica Cyril Ramaphosa ha stabilito un lockdown fino al 16 aprile . Almeno 1700 i casi positivi accertati finora momento.

Il dramma nel dramma è l'India, anche se in alcuni centri di quarantena ci sono addirittura robot che portano il cibo ai malati. Sempre l'India comincia a provare i primi drive test.

Da martedì rischia un processo penale chi infrange le restrizioni in Giordania, dove il confinamento è in vigore dallo scorso 14 marzo. Sono 353 i casi confermati e sei i decessi.

Dal Messico invece abbiamo la prova di una resilienza che sembra venire dai confini del mondo, perché il Paese è ancora marginalmente, se così si può dire, toccato dal virus.

E quindi, ancora fuori dalla spirale della paura e della consapevolezza di igiene pubblica e comunque rispettando la distanza di sicurezza un gruppo di musicisti mariachi, che si è visto annullare le turnée delle prossime settimane, ha ringraziato medici e infermieri impegnati in prima linea.

In Messico sono oltre 2.400 i casi confermati, 125 i morti.