ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Zoo in difficoltà: gli animali vittime silenziose del coronavirus

euronews_icons_loading
Una lince all'Opel Zoo di Kronberg, in Germania
Una lince all'Opel Zoo di Kronberg, in Germania   -   Diritti d'autore  ANDREAS ARNOLD/AFP
Dimensioni di testo Aa Aa

Tra le tante attività messe in ginocchio dal coronavirus c'è anche quella degli zoo in tutta Europa. Anche se le strutture sono chiuse al pubblico, gli animali vanno comunque accuditi: una spesa ingente, pressoché insostenibile senza il contributo che arriva dalla vendita dei biglietti.

In Germania l'associazione degli zoo ha scritto alla cancelliera Angela Merkel chiedendo 100 milioni di euro per aiutarli a prendersi cura dei loro animali durante la crisi.

"A differenza di altre attività non possiamo limitarci a chiudere, i nostri animali devono essere nutriti e curati", ha detto Joerg Junhold, presidente dell'associazione che ha 56 membri in Germania, più alcuni in Svizzera e Austria.

I costi degli zoo sono più alti che mai: stando a Junhold alcuni degli zoo più grandi stanno perdendo circa mezzo milione di euro a settimana.

Oltre ai problemi finanziari, i custodi dello zoo di Berlino hanno detto che alcuni degli animali sentono la mancaza dei visitatori.