ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Austria: multe salate ai trasgressori delle misure anti coronavirus

euronews_icons_loading
Austria: multe salate ai trasgressori delle misure anti coronavirus
Diritti d'autore  Ronald Zak/AP
Dimensioni di testo Aa Aa

Non è il deserto di altre città europee, ma anche Vienna vive la calma innaturale imposta dalle misure restrittive anti coronavirus. Salvo eccezioni, l'ingresso ai luoghi pubblici è vietato e la Polizia pattuglia le strade per imporre il rispetto dei provvedimenti di prevenzione.
Con l'altoparlante le forze dell'ordine intimano di non sostare seduti in gruppi. Le violazioni - dicono - saranno sanzionate a norma di legge. I funzionari hanno sinora riscontrato circa 800 violazioni.

Daniel Fürst, portavoce del Comando della Polizia di Stato di Vienna, ribadisce la necessità di evitare gli assembramenti: se necessario - spiega - abbiamo preso provvedimenti adeguati - multe fino a 3.600 euro.
Fare una passeggiata da soli o tra persone della stessa famiglia è possibile, ma non è consentito riunirsi in gruppo. Il clima caldo degli ultimi giorni ha però attirato decine di migliaia di persone all'aperto e il numero delle multe è aumentato rapidamente. La gente, intervistata per le strade, denuncia il mancato rispetto della distanza di sicurezza da parte di molti. Anche l'esercito ora sostiene le forze dell'ordine.

Il governo ha deciso di estendere le restrizioni fino al 13 aprile, il lunedì successivo alla Pasqua e di moltiplicare i controlli, come spiega il corrispondente da Vienna, Johannes Pleschberger:

"Lungo il Danubio, le forze di polizia controllano ogni 30 minuti se la distanza di sicurezza viene mantenuta. Alcuni apparentemente non vi si attengono e ricevono avvertimenti o vengono sanzionati. Ma la maggioranza della popolazione austriaca rispetta le indicazioni e approva le azioni del governo".

Nel tweet di Sebastian Kurz, Cancelliere austriaco: "Abbiamo concordato che le misure saranno prorogate fino al lunedì di Pasqua (13.4.) Tutti coloro che le sostengono proteggono se stessi, la loro famiglia e contribuiscono alla protezione dell'intera popolazione. #COVID19"