EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

Covid-19, Oms: fattore di rischio dell'epidemia "da alto a molto alto"

Covid-19, Oms: fattore di rischio dell'epidemia "da alto a molto alto"
Diritti d'autore APRichard Vogel
Diritti d'autore AP
Di Euronews
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Negli Usa stanziato 1 miliardo di dollari per il vaccino. Ma ci vorranno mesi prima che possa essere distribuito

PUBBLICITÀ

I passeggeri della nave da crociera MSC Meraviglia, respinta da Giamaica e Isole Cayman nei giorni scorsi per paura del coronavirus, sono finalmente sbarcati al porto di Cozumel, in Messico dopo un controllo sanitario.

Nel frattempo l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms) ha alzato il fattore di rischio dell'epidemia "da alto a molto alto". Il direttore generale del'organizzazione, Tedros Adhanom Ghebreyesus, ha però specificato che questo non cambia l'approccio alla situazione. "I nostri epidemiologi hanno monitorato costantemente gli sviluppi e ora abbiamo cambiato la nostra valutazione del rischio di diffusione e di impatto di COVID-19 a livello globale", ha dichiarato in conferenza stampa.

E' una lotta contro il tempo per trovare un vaccino, con varie aziende sparse in tutto il mondo che stanno provando a svilupparlo. Negli Stati Uniti, ad esempio, la Casa Bianca ha stanziato circa 1 miliardo di dollari a questo fine. Ma se anche venisse trovato, il vaccino non sarebbe comunque disponibile prima di 6-8 mesi.

E mentre aumentano i casi di contagio sia in Europa che in Medio Oriente, si registra anche il primo caso nell'Africa subsahariana. In Nigeria, un cittadino italiano che lavora a Lagos e tornato da Milano il 25 febbraio è infatti risultato positivo.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Covid-19, pipistrello e pangolino. Ricordate l'inizio della pandemia?

Il Covid-19 in Vaticano. Dalla santificazione alla sanificazione

Salute: una persona su otto convive con l'obesità