ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Afghanistan, forse una tregua

euronews_icons_loading
Afghanistan, forse una tregua
Diritti d'autore  AP
Dimensioni di testo Aa Aa

È una minitregua, ma potrebbe portare a una cessazione delle ostilità fra americani e talibani quella entrata in vigore da qualche ora in Afghanistan. Une tregua che potrebbe fermare il fiume di sangue che solo l'anno scorso ha ucciso 10.000 civili. Una tregua che potrebbe portare via le truppe statunitensi dal paese dopo 18 anni di ininterrotta presenza.

Ma dopo aver convissuto con la guerra per tanto tempo alcuni afghani restano scettici: "Una settimana non è abbastanza", dice quest'uomo, "vogliamo qualcosa di permannente perché gli investiri, ma anche i nostri giovani stanno lasciando il paese".

"Sono contento e ottimista perché potremo avere la pace. la pace può essere un aiuto per un paese che è in guerra da oltre 40 anni. Se ci sarâ un cessate il fuoco la gente potrà di certo vivere meglio".

Il presidente afghano Ashraf Ghani ha detto che le forze regolari non attaccheranno i talebani questa settimana per rispettare la tregua, ma che le operazioni contro lo stato islamico e al Quaeda continueranno. Altri esperti ritengono invece che rispettare i termini della tregua sarà complicato visto che gli studenti di Dio spno frammentati. Se però si arrivasse a un accordo la firma è prevista per il 29 febbraio e potrebbe portare a negouziati anche fra le varia fazioni afghane dopo il ritiro delle truppe statunitensi.