ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Verso nuove regole sull'intelligenza artificiale

euronews_icons_loading
Verso nuove regole sull'intelligenza artificiale
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Parlare con i robot sembra divertire Ursula Von der Leyen ma con l'intelligenza artificiale non si scherza.

La presidente della Commissione europea martedi ha visitato il centro per l'intelligenza artificiale dell'Università fiamminga di Bruxelles. Qui circa 200 persone lavorano a progetti finanziati in parte dall'UE.

La sua visita precede la tanto attesa presentazione della strategia dell'UE sull'intelligenza artificiale.

“Qui ho potuto capire come l'intelligenza artificiale possa migliorare la vita quotidiana delle persone ed è stato affascinante vederlo. In generale, la tecnologia è neutrale e dipende da noi cosa vogliamo farne", ha affermato al termine della visita.

Dall'assistenza sanitaria ai trasporti, l'Intelligenza artificiale è cruciale per l'innovazione ma presenta anche rischi per la privacy.

L'UE vuole essere il primo posto al mondo a regolamentare questo settore per garantire il rispetto dell' etica, della trasparenza e della sicurezza.

Le nuove regole avranno conseguenze per le grandi aziende tecnologiche e non sorprende dunque che il fondatore di Facebook, Mark Zuckerberg, sia venuto qui a Bruxelles per incontrare i commissari europei proprio prima dell'annuncio.

Le norme europee come quelle sulla protezione della privacy hanno avuto un impatto ben al di fuori dei confini europei. Qualsiasi nuova legge sull'intellegenza artificiale potrebbe avere effetti simili.