ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Rinascono le armonie del carillon di Mafra

euronews_icons_loading
Rinascono le armonie del carillon di Mafra
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo 20 anni di silenzio, le campane del Palazzo di Mafra, monumento barocco del XVIII secolo, ubicato a circa 25 km a nord di Lisbona (Portogallo), tornano a far sentire le loro note. Dopo il lungo restauro di questi elementi che pesano da alcune decine di chili a diverse tonnellate, migliaia di persone si sono radunate sulla spianata di Mafra per ascoltare le loro settecentesche armonie.

20 anni di silenzio

"Durante un concerto nel 2001 si era verificato un grave problema tecnico strutturale e da allora le campane non hanno più suonato. In tutto sono 119 le campane alloggiate fra i due campanili con l'insieme delle campane liturgiche e l'orologio. L'intero sistema, compresi gli automi e i pesi, raggiunge un peso di quasi 300 tonnellate": spiega il direttore del Palazzo di Mafra Mário Pereira.

Il carillon più grande del mondo?

Per gli estimatori si tratta del più grande carillon storico del mondo, non avrebbe uguali e questo vale anche per il meccanismo automatico di orologi in batteria. Col restauro del carillon si completa il rinnovamento dell'insieme del complesso architettonico, che comprende il palazzo reale, la basilica, il convento, un giardino, una tenuta di caccia e una biblioteca con circa 36.000 volumi rari.

Lo splendore di corte

Come il Palazzo di Versailles vicino a Parigi o quello di Schönbrunn a Vienna, Mafra fu eretto da un monarca che voleva mostrare il suo potere e la sua ricchezza. Re Giovanni V ordinò i due carillon in Belgio, uno a Liegi, l'altro ad Anversa. Li fece issare nel 1730 in questo complesso architettonico recentemente catalogato come patrimonio mondiale dall'UNESCO a luglio.