ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Spagna: i danni della tempesta Gloria

euronews_icons_loading
Spagna: i danni della tempesta Gloria
Diritti d'autore  Euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Una settimana dopo la tempesta Gloria che ha devastato la Spagna, i coltivatori di riso e gli allevatori di molluschi nel Delta dell'Ebro stanno ancora valutando le loro perdite.

coltivatore di riso
Joan Ferrercoltivatore di riso

Joan Ferrer, 31 anni, proviene da una famiglia di coltivatori di riso. In tante generazioni non hanno mai visto il mare spazzare via così tante miglia di terra. Sette ettari delle sue colture sono state allagate dall'acqua salata.

"Non conosceremo l'impatto della tempesta fino alla stagione del raccolto - dice Joan Ferrer - Fino a quando non seminiamo il riso, controlliamo se cresce e vediamo cosa succede, non possiamo quantificare il danno".

La sua famiglia gestisce anche una casa vacanza in mezzo alle risaie. Nonostante tutti i messaggi di solidarietà inviati dagli ospiti passati di qui, anche questa attività è stata colpita.

"Abbiamo avuto cancellazioni a causa della tempesta, ovviamente le cancellazioni della scorsa settimana erano scontate, ma ce ne sono altre la prossima settimana, addirittura anche le persone che avevano prenotato per Pasqua hanno disdetto..." dice Ferrer.

I coltivatori non sono stati i soli a soffrire dei danni causati dalla tempesta Gloria. Anche gli allevatori di molluschi hanno subito ingenti perdite.

allevatore di cozze
Jonathan Garrigòsallevatore di cozze

"Questa raccolta è andato persa, non ci sarà tempo per sostituirla e inoltre le strutture sono state completamente distrutte" dice Jonathan Garrigòs, allevatore di molluschi.

"Qui c'è molto lavoro da fare - continua - Ricostruire tutto questo in mare non è la stessa cosa che farla a terra. È molto più costoso e laborioso. Ciò significa molte perdite di denaro per la raccolta e le strutture."

Jonathan stima di aver perso 50.000 chili di cozze dal valore di 60.000 euro. Nessuno ricorda un evento del genere ma credono di conoscere la causa ...

"Per anni abbiamo subito una regressione del Delta o per mancanza di sedimenti o perché il livello del mare si sta alzando a causa del disgelo ..." dice l'allevatore di cozze.

"Il fiume non porta abbastanza sedimenti e ciò non consente al Delta di crescere; ogni anno con i cambiamenti climatici aumenta l'acqua di mare e il mare guadagna terreno nel Delta" conclude Ferrer.

La speranza è che le autorità risarciscano la popolazione più colpita.