ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Croazia, cuore a sinistra o a destra? Per ora vince il socialdemocratico Milanovic

euronews_icons_loading
Croazia, cuore a sinistra o a destra? Per ora vince il socialdemocratico Milanovic
Diritti d'autore  AP Photo/Darko Bandic
Dimensioni di testo Aa Aa

Non una faccia nuova Zoran Milanovic, 53 anni, ex premier socialdemocratico croato (2011-2016), che rappresenta però, in ogni caso, il cambiamento. A una manciata di voti ancora da scrutinare, il candidato presidente del centrosinistra in Croazia ha infatti vinto la competizione elettorale con il 54 per cento dei voti contro la presidente uscente, la conservatrice Kolinda Grabar-Kitarovic, che si è fermata al 47% circa dei consensi. Kitarovic, che ama definirsi la “donna del popolo”, non è riuscita a coagulare attorno alla sua figura i voti di sovranisti e nazionalisti, che al primo turno avevano premiato il cantante-politico dell’ultradestra, Miroslav Skoro, arrivato terzo al primo turno con il 24,4% dei consensi.

Croazia, coabitazione politica: presidente a sinistra, governo a destra

Milanovic ha dunque confermato il risultato del primo turno delle presidenziali, che l'aveva visto vincere soprattutto nelle grandi città. "Se questa mia stretta, ma giusta e chiara vittoria ha portato un po' di fede e ha sollevato gli animi nella nostra società e tra il nostro popolo, sono un uomo felice", ha commentato Milanovic davanti ai suoi sostenitori.
La sconfitta di Kitarovic è un segnale di discontinuità da non sottovalutare in vista delle elezioni parlamentari di fine 2020. La Croazia ci arriverà con un presidente socialdemocratico e un primo ministro di centrodestra, leader dell'Unione Democratica Croata, partito di Kitarovic, che ha usato il fair play per commentare il risultato elettorale: "La Croazia ha deciso. Zoran Milanovic diventerà presidente per i prossimi cinque anni. Vorrei congratularmi con lui - ha detto - gli faccio i miei migliori auguri per il suo lavoro".

Le sfide della Croazia in Europa

Un lavoro soprattutto di rappresentanza, secondo le prerogative del Capo dello Stato. Ma la coabitazione tra un presidente di centrosinistra e un premier di centrodestra potrebbe creare più di una frizione durante la presidenza di turno del Consiglio dell’Unione europea, assunta dalla Crozia dal 1 gennai. L'altra sfida sarà giocata in casa: a maggio Zagabria ospiterà il vertice tra Unione europea e Balcani per rilanciare il processo di adesione all'Ue.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.