ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Accusa di tentato omicidio per l'aggressore in casa di un rabbino a New York

euronews_icons_loading
Accusa di tentato omicidio per l'aggressore in casa di un rabbino a New York
Diritti d'autore  euronews
Dimensioni di testo Aa Aa

Grafton Thomas, l'uomo che armato di machete ha ferito cinque persone in casa di un rabbino a Monsey (New York) è accusato di tentato omicidio. I feriti sono almeno cinque come riferito dai testimoni che hanno visto l'aggressore fare irruzione nell'abitazione del rabbino mentre si celebrava la festività dell'Hanukkah.

Un aggressore considerato un malato

Per il il reverendo Wendy Paige, che lo conosce da anni, Thomas "non è un terrorista ma è un malato di mente". Intanto le autorità locali parlando di "terrorismo domestico" riferendosi a questo nuovo episodio che sembra legato ancora ai rigurgiti di antisemitismo segnalati non solo negli USA. Il presidente Trump, accusato di usare un linguaggio divisivo, ha scritto su Twitter che l'attacco è "orribile" e che il flagello malvagio dell'antisemitismo deve essere sradicato".

Il flagello dell'antisemitismo

L'incidente segue una serie di minacce e attacchi antisemiti a New York e dintorni. All'inizio di questo mese funzionari del New Jersey hanno affermato che l'uccisione a colpi di pistola di un detective e tre persone in un supermercato ebraico sono il risultato dell'antisemitismo.

Le profanazioni in Europa

I crimini indotti dall'odio non si limitano agli Stati Uniti. In Europa sono ricorrenti le profanazioni delle tombe nei cimiteri ebraici. In questo fine settimana graffiti antisemiti sono stati apposti sui muri di una sinagoga e sulle vetrine di molti negozi di Londra.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.