EventsEventiPodcasts
Loader
Find Us
PUBBLICITÀ

L'atelier illegale confezionava alta moda per noti marchi del lusso

L'atelier illegale confezionava alta moda per noti marchi del lusso
Diritti d'autore 
Di euronews & ANSA
Pubblicato il Ultimo aggiornamento
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Arrestato dai carabinieri dei Nas a Melito di Napoli imprenditore per sfruttamento del lavoro, sequestro di persona e intermediazione illecita

PUBBLICITÀ

Teneva segregati 43 operai in nero, tutti italiani, tra i quali una donna incinta e due minorenni. Un imprenditore di Melito di Napoli è stato arrestato dai carabinieri del Nas con l’accusa di sfruttamento del lavoro, sequestro di persona e intermediazione illecita.

Una fabbrica ben nascosta

L’uomo, per aggirare i controlli, teneva gli operai per ben sei ore in un locale angusto, privo di servizi igienici e finestre. La struttura si celava dietro una sorta di porta blindata. I militari hanno sequestrato il laboratorio, dove si lavoravano pellami per noti marchi di moda.

La perquisizione a caccia di una mensa che non c'era

L’ispezione, iniziata per verifiche sulla mensa, che non esisteva, ha consentito di scoprire al lavoro altri 14 operai oltre ai 35 presenti, che verosimilmente l’imprenditore non aveva fatto in tempo a nascondere. I militari hanno sequestrato nel labratorio anche macchinari e attrezzature per circa 2,5 milioni di euro. Comminate anche sanzioni per 600mila euro. L’arresto dell'imprenditore è stato chiesto dalla Procura di Napoli Nord.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Latina, indagato datore di lavoro per morte bracciante: aveva abbandonato Satnam con braccio mozzato

Premierato e Autonomia, cosa sono: elezione del premier, iter costituzionale e poteri delle Regioni

Europei di Atletica: a Roma è Italia da record, 24 le medaglie degli Azzurri, 11 gli ori