ULTIM'ORA

Caporalato: migranti pagati 1 euro l'ora

Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – EMPOLI (FIRENZE), 14 NOV – Operai costretti a
lavorare fino a 10 ore al giorno sei giorni la settimana e
pagati anche meno di 400 euro al mese, per una paga oraria di
circa 1,28 euro. Accadeva in ditte calzaturiere a Empoli,
gestite da due cinesi, coniugi, arrestati dalla Guardia di
Finanza per bancarotta fraudolenta, sottrazione fraudolenta al
pagamento delle imposte e caporalato. Secondo le indagini, i
lavoratori, per lo più africani, tra cui diversi dal Gambia,
erano assunti completamente al nero o con contratti formalmente
part-time ma poi lavoravano 10 ore al giorno, festivi compresi.
Nel contratto di lavoro c‘è scritto che lavoro due ore al
giorno, dalle 9 alle 11 – avrebbe testimoniato uno degli operai
africani – in realtà lavoro dalle 9 alle 19 dal lunedì al
sabato”. “All’inizio percepivo 650 euro mensili, ore 800 – racconta un
altro – lavoro tutti i giorni domenica compresa dalle 8 alle 20,
con una pausa di 15 minuti per poter mangiare”.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.