ULTIM'ORA

Spagna, conto alla rovescia per l'esumazione di Francisco Franco

Spagna, conto alla rovescia per l'esumazione di Francisco Franco
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Ad oltre un anno dall'approvazione del Parlamento spagnolo, è ormai questione di ore per la traslazione delle spoglie di Francisco Franco dalla Valle dei Caduti, nei pressi di Madrid, alla tomba di un cimitero pubblico della capitale.

L'operazione avverrà in forma privata, alla presenza della famiglia del dittatore, che aveva espresso la volontà dell'affido dei resti.

All'epoca del lasciapassare al decreto, la vice Premier, CARMEN CALVO, affermò che non si poteva "perdere altro tempo per mettere in ordine una tragica memoria, nel rispetto di tutte le vittime della guerra".

L'obiettivo del Governo resta quello di trasformare il mausoleo in un memoriale per i caduti durante la guerra civile spagnola, tenendo fede alla legge sulla Memoria storica, approvata nel 2007.

Dopo la decisione di traslare i resti di Franco, la famiglia ha presentato diversi ricorsi, che la Corte Suprema ha prontamente respinto.

In prima istanza, i nipoti avevano anche chiesto che fosse riposizionato nella Cattedrale dell'Almudena, tuttavia per il Parlamento si sarebbe trattato di esaltazione della dittatura.

La Valle dei Caduti ospita 34.000 vittime: il grande progetto del dittatore iniziò a essere costruito nel 1940 e tra i resti conservati vi sono corpi di repubblicani, che hanno continuato ad essere sepolti accanto al loro carnefice e senza il consenso dei loro parenti sino al 1983.

Francisco Franco fu sepolto lì il 23 novembre 1975 e da allora il mausoleo è stato un luogo di pellegrinaggio per i nostalgici del suo regime.

Dopo 44 anni, la Spagna ora cesserà di essere l'unica democrazia europea a conservare i resti di un dittatore in un mausoleo statale.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.