ULTIM'ORA

Amazzonia: dopo gli incendi, arrivano i cercatori d'oro

Amazzonia: dopo gli incendi, arrivano i cercatori d'oro
Diritti d'autore
REUTERS/Bruno Kelly
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Dopo gli incendi, i cercatori d'oro. Jair Bolsonaro è pronto a dare luce verde alle oltre 4300 domande arrivate dopo la legalizzazione della ricerca di oro e pietre preziose. La notizia arriva nel giorno in cui l'Associazione che raggruppa i popoli indigeni inizia a Roma il suo tour europeo per protestare contro il governo brasiliano.

Se approvate, queste ricerche nel sottosuolo potrebbero causare danni ambientali al 30% del Brasile.

"Questo smantellamento e questa mancanza di politiche ambientali ha già fatto alcuni danni evidenti - dice Dinaman Tuxà, membro dell'Apib - perché l'incendio, gli incendi che distruggono l'Amazzonia, non sono stati estinti dal governo brasiliano, che non ha nemmeno messo in atto un vero e proprio piano d'azione, ma da noi indigeni".

Le esplorazioni finirebbero per colpire anche 160 gruppi etnici, 12 dei quali in comunità indigene isolate.

Gli attivisti sostengono che anche diversi prodotti agricoli importati dal Brasile in Europa violano i diritti delle popolazioni indigene e le leggi di protezione ambientale.

Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.