ULTIM'ORA

Le truppe siriane entrano a Kobane, l'avamposto "americano-curdo" cambia scenario

Truppe turche lungo il confine turco-siriano
Truppe turche lungo il confine turco-siriano -
Diritti d'autore
REUTERS/Murad Sezer
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Le truppe siriane hanno fatto ingresso nella città di Kobane, bastione curdo nel nord della Siria. Mossa che blocca l'obiettivo turco nella creazione della cosiddetta zona di sicurezza, al centro delle motivazioni date da Recep Tayyip Erdogan per muovere la sua offensiva iniziata lo scorso 9 ottobre.

Per approfondire, leggi anche ➡️ La mappa della prima settimana dell'operazione Fonte di Pace.

Lo scenario vede così un cambiamento sostanziale nel nord-est della Siria, prima roccaforte di Stati Uniti e combattenti curdo siriani. E in questo scenario è il Cremlino a guadagnare sempre piu il ruolo di arbitro del conflitto.

Anna News
Avamposto prima occupato dall'esercito USA e dai combattenti curdo-sirianiAnna News

Erdogan intanto ha formulato la sua offerta: "Se i terroristi se ne vanno dalla zona di sicurezza", ha detto, "l’operazione Fonte di pace finirà". Una offerta prendere o lasciare, la sua non una trattativa.

Le forze curdo-siriane dal canto loro hanno fatto sapere, attraverso il comandante Mazloum Kobani, che "non hanno consegnato la regione al governo siriano, come si afferma".

Nel frattempo, mentre i militari turchi continuano l'avanzata, una delle prime città ad essere sotto il controllo turco, Tel Abyad, vive un momento di calma apparente .

Tel Abyad
Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.