EventsEventiPodcasts
Loader
Seguiteci
PUBBLICITÀ

Pentagono, annunciato invio di altri uomini e mezzi in Arabia Saudita

Pentagono, annunciato invio di altri uomini e mezzi in Arabia Saudita
Diritti d'autore 
Di Antonio Michele Storto
Pubblicato il
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Donald Trump per il momento non ha intenzione di condurre un attacco ritorsivo contro Teheran, ritenuta colpevole delle incursioni sulle raffinerie Aramco

PUBBLICITÀ

Gli Stati Uniti, per il momento, giocano in difesa: il Pentagono ha appena annunciato l'invio di nuove truppe e mezzi negli Emirati e in Arabia Saudita, dal momento che il presidente Trump ha deciso di non colpire militarmente l'Iran dopo l'attacco alle raffinerie saudite aramco.

"Questo è il primo passo che facciamo per rispondere a questi attacchi" ha dichiarato il segretario di stato alla Difesa Mark Esper. "In primo luogo per contribuire a rafforzare le difese dell'Arabia Saudita fornendo attrezzature sia ai sauditi che agli Emirati Arabi Uniti; in secondo per assicurare la libera circolazione del commercio attraverso lo stretto di Hormuz. E in terzo luogo, per garantire la protezione e la difesa della comunità internazionale, cercando inoltre di convincere Teheran a tornare sulla via della diplomazia". 

Nei giorni scorsi, il segretario di stato Mike Pompeo ha visitato Emirati e Arabia Saudita dove ha incontrato il principe ereditario Mohammed bin Salman per definire meglio gli sfforzi congiunti contro Teheran.

Ma il ministro degli esteri iraniano Zarif ha minacciato "guerra totale" in caso di attacchi statunitensi o sauditi.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Arabia Saudita: "presto la nostra risposta per attacchi a raffinerie"

Iran: "guerra totale in caso di attacchi da Washington e Riyadh"

L'Arabia Saudita mostra le prove dell'attacco iraniano agli impianti petroliferi