Putin: "Russia e Ucraina pronte a scambiare prigionieri"

Putin: "Russia e Ucraina pronte a scambiare prigionieri"
Diritti d'autore 
Di euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Al Forum economico orientale di Vladivostok. il Presidente russo lo ha definito "un buon passo verso la normalizzazione delle relazioni" con Kiev

PUBBLICITÀ

Russia e Ucraina sarebbero pronte a scambiare prigionieri nel prossimo futuro.

Al Forum economico orientale di Vladivostok, il Presidente russo Vladimir Putin, secondo cui ci sarebbe uno scambio su larga scala, lo ha definito "un buon passo verso la normalizzazione delle relazioni" con Kiev.

"È stato abbastanza difficile per noi prendere una decisione su specifiche persone - dice Putin - ma basandoci sull'umanità stiamo per completare i colloqui intrapresi con le autorità ufficiali, quindi credo che avranno un seguito nel prossimo futuro".

Fonti diplomatiche hanno riferito che lo scambio di prigionieri potrebbe iniziare già prima della fine di questa settimana, pur rimarcando la non definitività dell’accordo.

A mancare, nello specifico, sarebbe il fondamentale decreto di grazia in attesa di emissione da parte del Presidente ucraino, Volodymyr Zelenskij: i prigionieri già condannati, infatti, verrebbero graziati tramite decreti presidenziali e quelli sotto inchiesta trasferiti nei rispettivi Paesi, in attesa di giudizio.

Secondo i precedenti rapporti, Mosca potrebbe consegnare a Kiev il regista Oleg Sentsov in cambio di Vladimir Zemakh, Capo della Difesa aerea dei separatisti nel Donbass.

I pubblici ministeri nei Paesi Bassi hanno chiesto alle autorità ucraine di non rilasciare alla Russia un militante...

Publiée par Katia Sadilova sur Mercredi 4 septembre 2019
Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Un giovane giurista diventa premier dell'Ucraina

Al via nuove sanzioni USA contro la Russia

Guerra in Ucraina: Kiev ha usato missili a lungo raggio degli Stati Uniti