Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Il Kazakistan pagherà i debiti di mezzo milione di suoi cittadini

Il Kazakistan pagherà i debiti di mezzo milione di suoi cittadini
Diritti d'autore
Downtown Nur-Sultan, Kazakhstan - REUTERS
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Lo Stato del Kazakistan cancellerà i debiti di mezzo miliione di cittadini nell’ambito di una manovra governativa volta ad aiutare i più poveri: "una tantum" dall’effetto immediato e limitato.

Svetlana Zhakupova, Ministro del Lavoro e della Previdenza Sociale, afferma che lo Stato userà i fondi dell’erario per saldare prestiti e arretrati del valore di oltre105 miliardi di Tenge Kazachi (KZT), equivalenti a circa 245 milioni di euro.

L’azione segue le direttive di un decreto presidenziale, firmato a giugno dal presidente Kasym-Jomart Tokayev, promulgato allo scopo di “ridurre il peso dei debiti sui cittadini della Repubblica del Kazakistan”.

Il provvedimento è diretto agli orfani, agli invalidi, alle famiglie numerose e a quelle socialmente vulnerabili che già ricevono assistenza a causa della perdita di un familiare.

Tokayev avverte che si tratta di un provvedimento che sarà messo in atto una volta sola e risponde a dei parametri rigorosi: è necessario che i debiti non superino i tre milioni di KZT ( €7000) e siano stati contratti fino al primo giugno del 2019. Lo stato si farà carico anche degli interessi, fino a 300mila ZZT (€700).

Il Kazakistan, stato ricco di metalli nel suo sottosuolo, è uno dei più prosperi dell’Asia centrale e si trova al 57esimo posto nella classifica per la competitività economica globale del World Economic Forum, davanti a Cipro, Ungheria e Romania. Il reddito pro-capite annuale è di circa 3milioni KZT, corrispondenti a 7062 euro.