Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Iran: "Via le sanzioni, poi si tratta sul nucleare"

Iran: "Via le sanzioni, poi si tratta sul nucleare"
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Pronti a negoziare di nuovo, ma Washington deve fare il primo passo. Dopo l'incontro del ministro degli Esteri iraniano, Mohammad Javad Zarif, con il presidente francese, Emmanuel Macron, e l'apertura a trattare, il presidente iraniano, Hassan Rohani, ha chiarito meglio la sua posizione: nessun negoziato con gli Stati Uniti a meno che non vengano revocate tutte le sanzioni imposte a Teheran.

"Senza questo passo, lo stallo non sarà sbloccato - sottolinea Rohani - questo passo significa rimuovere le sanzioni. Tutte le sanzioni contro la nazione iraniana, che sono illegali, oppressive e sbagliate, devono essere revocate".

La presenza di Zarif al G7 di Biarritz aveva fatto pensare a una composizione delle tensioni, in relazione alle trattative sul piano per il nucleare. Forse meno rapido del previsto, ma il tavolo dei negoziati - dice Trump - dovrebbe essere convocato.

"Penso di conoscerlo un po', guardando negli ultimi anni quello che è successo. Vi dirò una cosa: è un grande negoziatore - dice Donald Trump, riferendosi al presidente iraniano - penso che vorrà incontrarsi con noi, penso che l'Iran voglia sistemare la situazione".

Dall'Iran un messaggio ulteriore: il Paese "continuerà a ridurre gli impegni" presi nel quadro dell'accordo del 2015 sul suo programma nucleare (Jcpoa) "se gli interessi iraniani non verranno garantiti" . Il presidente ha anche ribadito che l'Iran "non ha mai cercato di dotarsi di armi nucleari".