Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Migranti: Open Arms si rivolge alla procura dei minori

Migranti: Open Arms si rivolge alla procura dei minori
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

121 migranti di cui 30 minori sono in mare da una settimana a bordo della nave Open Arms. Malta ha rifiutato l'attracco e ora l'Ong si è rivolta alla procura dei minori italiana. Mentre il presidente dell'Europarlamento, David Sassoli, ha chiesto un rapido intervento della Commissione per decidere la redistribuzione dei migranti. Nel frattempo il presidente Mattarella promulga la legge di conversione del decreto sicurezza bis e fa due osservazioni una di queste riguarda poprio la super multa e la confisca della nave per chi viola il divieto di ingresso nelle acque territoriali.

"Col trascorrere del tempo, ansia e nervosismo crescono e non vogliamo che la situazione ci sfugga di mano - Anabel Montes, capo missione di Open Arms - La politica non può prevalere sulle persone. Per questo chiediamo di nuovo con urgenza di avere un porto sicuro dove possiamo sbarcare le persone secondo le leggi internazionali".

Secondo la Sos Mediterranée Malta si sarebbe rifiutata di rifornire di carburante la sua nuova nave Ocean Viking, nonostante fossero stati presi precisi accordi in questo senso. L'intesa era stata confermata da un intermediario - ha detto il portavoce dell'Ong - ma poi le autorità marittime maltesi avrebbero informato via radio che non vi era alcuna autorizzazione.

Continua il fenomeno degli sbarchi fantasma, ovvero dei barchini dei migranti che raggiungono autonomamente le coste. Mercoledì i turisti a Cadice in Spagna sono stati sorpresi in spiaggia da questo nuovo arrivo.