Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Nucleare: l'Iran cerca una sponda per salvare l'accordo sul nucleare

Nucleare: l'Iran cerca una sponda per salvare l'accordo sul nucleare
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

L'Iran continua i negoziati con diversi paesi per trovare un'intesa che salvaguardi l'accordo sul nucleare, sempre più traballante dopo la marcia indietro degli Stati Uniti e l'escalation diplomatica degli ultimi mesi.

Gli stati europei non hanno nascosto le loro perplessità dopo le nuove sanzioni imposte da Washington al il ministro degli Esteri iraniano, Javad Zarif, considerato un esponente dell'ala moderata.

"In questo momento siamo in trattative con alcuni paesi - ha detto giovedì il presidente iraniano Hassad Rouhani -. Stiamo discutendo, ci sono state presentate alcune proposte, ma non erano equilibrate, così abbiamo deciso di non accettarle. Ma prevarremo sicuramente in questo confronto. Non ho dubbi. I problemi potrebbero protrarsi ancora per sei mesi, un anno, ma possiamo superarli".

Il Segretario Generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres ha espresso preoccupazione per le crescenti tensioni nel Golfo Persico, culminate a metà luglio nel sequestro, ordinato da Teheran, di una petroliera britannica nello stretto di Hormuz.

"Invito ancora una volta tutte le parti ad astenersi da qualsiasi azione che aggravi ulteriormente le tensioni - ha detto Guterres -. L'ultima cosa di cui il mondo ha bisogno è un confronto nel Golfo che avrebbe implicazioni devastanti sulla sicurezza e sull'economia globale".

Per la Russia gli Stati Uniti stanno semplicemente cercando una scusa per attaccare l'Iran. "Abbiamo la sensazione che Washington, con la sua retorica aggressiva contro l'Iran, stia cercando un pretesto per innescare un escalation ed entrare in un fase più attiva del conflitto", ha detto Maria Zakharov, portavoce del ministro degli Esteri russo.

L'Iran sarà uno dei temi centrali della corsa alle presidenziali del 2020, dove Trump ad assicurarsi un secondo mandato.