Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Europa in-difesa

Europa in-difesa
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Era il 6 novembre 2018 quando il presidente francese Emmanuel Macron è tornato a invitare i partner europei "a creare un vero esercito europeo che possa", ha detto il presidente, "difendere il continente dalla Cina, dalla Russia e persino dagli Stati Uniti". Un richiamo che è stato ascoltato oltreReno. Anche la cancelliera Angela Merkel si è fatta portavoce di chi si dice convinto che la Nato, l'alleanza atlantica, non corrisponda più alle esigenze geostrategiche europee. La roposta è sata accolta abbastanza bene da Mosca. Da Washington nvece c'è stata una reazione furiosa di Donald Trump che ha recuperato a piene mani la retorica della Francia salvata dagli Stati Uniti contro i nazisti.

Il problema resta e malgrado il fatto che l'Europa continua a procedere in ordine sparso la necessità di una forza comune è sempre più forte anche per la difesa dei suoi confini, visto che la sola Frontex, l'agenzia che controlla le frontiere comunitarie, sembra oggi insufficiente. Oggi la fine del trattato INF rende ancora più impellente la necessità di un dibattito sullla difesa d'Europa, una discussione che possa superare gli egoismi nazionali alla luce di chi, a Washington e Mosca ha pensato bene di rovesciare il tavolo di regole condivise.