Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Judo: Riner torna sul tatami del Gran Prix di Montreal

Judo: Riner torna sul tatami del Gran Prix di Montreal
Diritti d'autore
رویترز
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Il re del Judo è tornato. 10 volte campione del mondo, due medaglie olimpiche a Londra e Tokyo, il francese Teddy Riner, torna sul tatami del Gran Prix di Montreal, dopo 20 mesi di assenza. e segna la vittoria consecutiva numero 144.

Ma non è certo stata una passeggiata per Riner: l'incontro valido per la categoria maschile sotto i 100 kilogrammi con Lucas Krpalek è finito al Golden Score e solo li il campione ha prevalso.

E in una riedizione della finale di Rio contro il giapponese Harasawa Hisayoshi, Riner ha conquistato una nuova vittoria confermandosi l'uomo del giorno: "E' stato un giorno difficile per me, dopo 18 mesi sono rientrato in gara in vista dei Giochi Olimpici. Ma sapevo che non sarebbe stato la mia migliore prova, anche se il punto resta sempre uno: ho vinto e ho vinto contro grandi avversari, sia in finale che in semi finale. E' questo che conta".

Donna judoka del giorno, è la campionessa mondiale Hamada Shori, in cerca disperata di una vittoria da segnare sul suo palmares. In finale ha incontrato la russa Alexandra Babintseva, aggiundicandosi con la vittoria la sicurezza di un posto alle Olimpiadi di Tokyo e una nuova medaglia d'oro per la squadra giapponese: "Da quando, l'anno scorso, ho vinto il cmapionato del mondo, non ero riuscita a vincere ua competizione internazionale. Per questo la vittoria di oggi rappresenta tanto per me".

Mashu Baker, giapponese, è un altro campione del mondo a salire sul tatami di Montreal. Nella finale ha incotrato l'americano Colton Brown, sconfitto di misura.

Ma il medagliere giapponese non è ancora chiuso: Sarah Asahina, campionessa mondiale anche lei sulla strada di Tokyo, ha sconfitto in finale l' israeliana Raz Hershko riconfermandosi la regina della categori a femminile sopra i 78 chili.

Entusiasmante l'egiziano Ramadan Darwish, sulla cresta dell'onda per tutta la giornata di gare, ha incontrato il favorito Shady Elnahas aggiudicandosi grazie alla vittoria la prima medaglia d'oro. E sebbene si debba accontentare di un secondo posto, Elnahas si è aggiudicato la menzione per la migliore mossa del giorno: noto per i suoi pericolosissimi colpi alla schiena, ha dato prova di grande maestria e portato il pubblico in visibilio.