Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Grecia: il giorno dopo le elezioni

Grecia: il giorno dopo le elezioni
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Dominio incontrastato, trionfo storico, grande responsabilità: sono le parole che echeggiano, all'indomani delle elezioni greche, sui quotidiani in edicola. E di fronte allo schiacciante risultato del partito conservatore Nuova Democrazia, ci si divide tra chi si dice contento della svolta e chi pensa che a vincere siano stati proprio i responsabili di crisi, austerità, lacrime e sangue.

Athens, Greece July 8, 2019. REUTERS/Costas Baltas
Outgoing Prime Minister Alexis Tsipras leaves the Maximos Mansion after a meeting with newly-appointed Greek Prime Minister Kyriakos MitsotakisAthens, Greece July 8, 2019. REUTERS/Costas Baltas

"È comunque un cambiamento, adesso vedremo cosa succederà, esattamente come abbiamo fatto con Tsipras" dice una ragazza. "Erano al governo, si sono incasinati da soli, ci mandato al diavolo e adesso vogliono salvarci? ma è uno scherzo?" dice quest'uomo.

Quasi unanime il giudizio positivo degli elettori tutti sul fatto che Alba Dorata, formazione di estrema destra, sia uscita dal Parlamento.

"Era una vergogna che fossero in Parlamento - spiega questa ragazza - finalmente in Grecia la gente comincia ad aprire gli occhi e non si vota piu' per questi partiti".

Per Klelia Avatgelou, corrispondente da Atene di Euronews, "stando ai titoli di questa mattina tutti i partiti pensano di aver vinto. Syriza non ha perso poi un'enorme percentuale di voti e Nuova Democrazia potrà formare il primo governo di maggioranza assoluta dal 2009. Di sicuro c'è che i compiti dell'esecutivo saranno tutt'altro che facili, dal momento che i greci vogliono cominciare a vedere i frutti dei loro sacrifici e a vivere meglio.