Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

Consiglio d'Europa: l'Ucraina contesta la riammissione della Russia

Consiglio d'Europa: l'Ucraina contesta la riammissione della Russia
Diritti d'autore
Il presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy - REUTERS/Francois Lenoir
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Vengono dall'Ucraina le reazioni più veementi contro la riammissione dei parlamentari russi all'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa a Strasburgo. Decisione presa martedi (118 voti favorevoli, 62 contrari, 10 astensioni), cinque anni dopo che Mosca era stata privata di voto a causa dell'annessione della Crimea.

"C'è stata una guerra in Cecenia; nessuna sanzione del Consiglio d'Europa. C'è stata una guerra in Georgia; nessuna sanzione del Consiglio d'Europa. Infine, aggressione contro l'Ucraina, sanzioni per cinque anni e, adesso...scusate, potete tornare!"
Oleksii Goncharenko
gruppo dei Conservatori europei.

"Voi miei cari amici che voterete per questo troverete il vostro posto nella storia", si scalda l'ucraino Oleksii Goncharenko, del gruppo dei Conservatori europei.

"Perché, darete la possibilità alla Russia di andare oltre. C'è stata una guerra in Cecenia; nessuna sanzione del Consiglio d'Europa. C'è stata una guerra in Georgia; nessuna sanzione del Consiglio d'Europa. Infine, aggressione contro l'Ucraina, sanzioni per cinque anni e, adesso...scusate, potete tornare!"

Oleksii Goncharenko.

Valori democratici o materiali?

Con un post su Facebook interviene anche il neo presidente ucraino Volodimir Zelensky.

Si legge: "L'argomento principale per il ritorno della delegazione russa era la necessità di proteggere i diritti umani e civili come i più alti valori democratici. Spero che mentre si proteggendo i valori democratici nessuno abbia pensato a quelli materiali".

Mosca tornerà a pagare i 33 milioni di euro all'anno?

Il ritorno della Russia, in effetti, potrà attenuare la crisi finanziaria in cui da qualche tempo versa il Consiglio d'Europa. Dal 2017, infatti, Mosca ha sospeso il versamento della sua quota di 33 milioni di euro all'anno, pari a circa il 7% del bilancio annuale.

"La parte sana dell'Assemblea..."

"Un certo numero di paesi, partecipanti all'Assemblea parlamentare del Consiglio d'Europa, continuano a comportarsi in modo non costruttivo e mettono in dubbio il mandato della nostra delegazione", commenta Vyacheslav Volodin, Presidente della Duma, il Parlamento russo, "ma penso che la maggioranza sana nell'Assemblea, in rappresentanza di quei paesi che intendono basare il lavoro sui principi dell'amicizia, farà di tutto per garantire i diritti delle delegazioni nazionali".

Vyacheslav Volodin, Presidente della Duma.

Contestazione

Con la vicenda-Crimea ancora irrisolta, l'Ucraina ha annunciato che sospenderà la propria partecipazione ai lavori dell'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa

E, insieme a Georgia e altri cinque paesi dell'ex blocco sovietico, ha proposto e ottenuto la procedura di "contestazione" della delegazione russa.

REUTERS/Vincent Kessler/File Photo
Panoramica su una seduta dell'Assemblea Parlamentare del Consiglio d'Europa a Strasburgo.REUTERS/Vincent Kessler/File Photo

Nuovo Segretario

Durante i lavori a Strasburgo, che terminano il 28 giugno, la 56enne croata Marija Pejčinović Burić è stata eletta Segretario generale del Consiglio d'Europa.

Link utili

- Consiglio d'Europa