Judo, Baku Grand Slam: festa per i padroni di casa, Giappone ed Israele

Judo, Baku Grand Slam: festa per i padroni di casa, Giappone ed Israele
Dimensioni di testo Aa Aa

Grand Slam di judo a Baku, seconda giornata in terra azera che arride al Giappone, che porta a casa due ori su quattro, prima gioia anche per i padroni di casa.

Tra gli uomini -73 kg, medaglia d’oro per l’azero HEYDAROV, uomo del giorno, che sconfigge l’israeliano BUTBUL.

Terza piazza per altri due azeri, ORUJOV e VALIYEV.

Categoria uomini -81 kg: a sbaragliare la concorrenza ci pensa l’israeliano MUKI, giustiziere del bulgaro IVANOV.

Bronzo per il belga CASSE ed il georgiano GRIGALASHVILI.

"Ivanov è un avversario difficile - afferma il vincitore - sapevo che non sarebbe stato facile, al golden score sono riuscito a sconfiggerlo, mi aspettavo un combattimento duro, perché è intelligente e impara dagli errori commessi".

שבת שלום לכולם. מחר מתחרה בגרנד סלאם באקו, אזרבייג'ן (יום שבת). התחרות מתחילה בשעה 11 בבוקר (בשעון ישראל 10 בבוקר). אני...

Publiée par Sagi Muki sur Vendredi 10 mai 2019

Categoria donne -63 kg : oro per la nipponica TASHIRO, dopo il successo nella finalissima ai danni della slovena TRSTENJAK, sempre sconfitta nei sette precedenti dalla rivale di giornata.

Terzo gradino del podio per l’olandese FRANSSEN e la naturalizzata tedesca TRAJDOS.

Tra le donne -70 kg, su tutte la giapponese ARAI, donna del giorno, la quale sconfigge in finale la svedese BERNHOLM con tecnica ashi guruma.

Per l'attuale campionessa del mondo, che ha conquistato il titolo proprio a Baku lo scorso settembre, si tratta di una piacevole conferma.

Terzo gradino del podio per la spagnola BERNABEU e la britannica HOWELL.

"Sono così felice di aver vinto qui ancora una volta - dice - anche se siamo in un'arena diversa rispetto ai Campionati del Mondo, sembra lo stesso: è stato un grande piacere per me tornare qui e vincere di nuovo come campionessa mondiale".

Per chiudere, la mossa del giorno viene dall'azero VALIYEV, che nella categoria -73 kg si produce in una pregevole tecnica ashi-waza contro il russo IARTCEV.