Migranti: Mediterranea querela Salvini per calunnia e diffamazione

Migranti: Mediterranea querela Salvini per calunnia e diffamazione
Dimensioni di testo Aa Aa

L'organizzazione non governativa Mediterranea Saving Humans ha querelato per diffamazione e calunnia aggravata il Ministro dell'Interno, Matteo Salvini.

Oggetto della decisione è la direttiva ministeriale ricevuta dalla nave Mare Ionio della missione Mediterranea.

Proprio la nave, inoltre, è nuovamente salpata da Marsala per una missione di monitoraggio al largo della Libia, scenario di un allarme relativo a un barcone a bordo del quale si trovano 23 persone.

"Oggi abbiamo intentato una querela per calunnia aggravata e diffamazione - dice Alessandra Sciurba di Mediterranea - contro l'autore di quella direttiva ministeriale del 15 aprile 2019. Quel testo argomenta in modo molto assurdo e pretestuoso che avremmo commesso una serie di reati, tra cui il favoreggiamento dell'immigrazione clandestina, punibile con oltre dieci 10 anni di carcere".

Nel provvedimento a firma del MInistero si afferma che la Mare Jonio non ha rispettato la legge negli interventi di ricerca e soccorso: affermazioni che, sostiene Mediterranea, "non corrispondono al vero".

Il ministro dell'Interno dovrà rispondere di calunnia e diffamazione. Oggetto della querela? La direttiva anti-ong

Publiée par Open sur Mardi 30 avril 2019