Euronews non è più disponibile su Internet Explorer. Questo browser non è aggiornato da parte di Microsoft e non supporta le ultime novità. Ti suggeriamo di usare un altro browser come Edge, Safari, Google Chrome o Mozilla Firefox.
ULTIM'ORA

La condanna unanime del mondo politico sull'attentato di Derry

La condanna unanime del mondo politico sull'attentato di Derry
Euronews logo
Dimensioni di testo Aa Aa

Arriva secca la condanna del mondo politico all'attentato terroristico (così le autorità nordirlandesi hanno inquadrato in un secondo momento il fatto) in cui è rimasta uccisa la giornalista 29enne Lyra McKee a Derry (o Londonderry come viene anche chiamata), in Irlanda del Nord, durante alcuni scontri tra dimostranti e polizia. Un testimone, infatti, ha raccontato alla Bbc che un uomo armato avrebbe aperto il fuoco sulla folla indiscriminatamente durante gli scontri nel complesso residenziale di Creggan.

REUTERS/Clodagh Kilcoyne
La polizia nordirlandese verifica la scena dell'attentato dopo l'attaccoREUTERS/Clodagh Kilcoyne

Secondo i media britannici le autorità avrebbero detto di ritenere responsabile dell'uccisione il gruppo repubblicano dissidente New Ira, Nuova Ira. Il gruppo è accusato anche dell'esplosione di una bomba sempre a Derry lo scorso gennaio, gruppo che da sempre è contrario agli accordi del Venerdì Santo siglato in Irlanda del Nord nel 1998, con il quale vennero fissate le condizioni per garantire la sua permanenza nel Regno Unito.

"E' stato un attacco contro tutti qui nell'Irlanda del Nord: verso i cattolici, i protestanti, i britannici e gli irlandesi. Senza distinzioni. E' un attacco alla democrazia. Ecco perché dobbiamo essere uniti e gridare che non accettiamo una cosa del genere", ha dichiarato Arlene Foster leader del partito unionista democratico.

Ha rincarato la dose, poi, la leader del Sinn Fein Michelle O'Neill:

"Si tratta della tragica perdita di una giovane vita e i nostri cuori sono straziati per tutti coloro coinvolti. Le persone che si sono rese responsabili dell'attacco non possono avere un posto in società, non possono avere alcun supporto: queste persone hanno attaccato tutti noi, la comunità intera, hanno attaccato la gente di Derry, il processo di pace in corso e lo stesso accordo di Belfast", (sinonimo dell'accordo del Venerdi Santo ndr), ha concluso la O'Neill.

Intanto dalla Commissione Europea arriva la richiesta di verificare le dinamiche di quanto successo.