Attentati Tolosa: 30 anni al fratello del terrorista ucciso durante un raid

Attentati Tolosa: 30 anni al fratello del terrorista ucciso durante un raid
Diritti d'autore 
Di Simona Zecchi
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button
Copia e incolla il codice embed del video qui sotto:Copy to clipboardCopied

Secondo i giudici parigini Abdelkader Merah ha permesso al fratello Mohammed di disporre di uno scooter per le azioni criminali contribubendo cosi alla preparazione degli attentati. Non un lupo solitario quindi.

PUBBLICITÀ

"Colpevole di complicità", questo il verdetto della giustizia francese che in appello ha giudicato Abdelkader Merah, 36 anni e fratello di Mohammed il terrorista in scooter che nel marzo 2012 uccise 7 persone negli attentati fra Tolosa e Montauban, tra i quali tre bambini, davanti a una scuola ebraica.

Una condanna a 30 anni, questa, che riscrive la sentenza di primo grado: secondo i giudici parigini l'uomo ha permesso al fratello di disporre di uno scooter per le azioni criminali contribuendo così alla preparazione degli attentati sui quali era informato sin nei paricolari. Non un lupo solitario quindi come all'inizio delle indagini si era paventato.

La fine di Mohammed Merah è arrivata con l'intervento delle teste di cuoio francesi, dopo oltre trenta ore di assedio della sua abitazione di Tolosa serrato nel suo bagno.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Tolosa: le comunità musulmane respingono le possibili strumentalizzazioni politiche

Russia, respinto l'appello di un uomo arrestato per l'attentato alla Crocus city hall di Mosca

Sidney, accoltellamento in Chiesa: "Estremismo religioso". Stabili le condizioni dei feriti