Tolosa: le comunità musulmane respingono le possibili strumentalizzazioni politiche

Tolosa: le comunità musulmane respingono le possibili strumentalizzazioni politiche
Diritti d'autore 
Di Euronews
Condividi questo articoloCommenti
Condividi questo articoloClose Button

Il dramma di Tolosa provocherà ora una nuova profonda frattura nella società francese?
I timori, l’inquietudine si percepiscono ora in molte comunità del paese sia musulmane sia ebraiche.
Le diverse comunità islamiche francesi si mobilitano per lanciare un messaggio di pace e contro tutte le strumentalizzazioni, soprattutto politiche.
A Lione e a Parigi sono previste per i prossimi giorni delle manifestazioni silenziose.

Didier Burnod di Euronews ha invece raggiunto a Tolosa Abdellatif Mellouki, vicepresidente del Consiglio regionale del Culto Musulmano,
per capire come sta reagendo la comunità islamica dopo i tragici eventi degli ultimi giorni.

Abdellatif Mellouki: “La comunità è prima di tutto molto preoccupata, soprattutto adesso perché teme le reazioni di chi vuole continuare a creare tensioni. In alcuni casi c‘è anche molta paura. Inoltre, cosa comprensibile, siamo sotto elezioni e questo non migliora la situazione”.

Euronews: “Infatti la Francia è in piena campagna elettorale. C‘è chi punta a trovare una rimonta politica con questi avvenimenti. Abbiamo già visto scambi di rimproveri e accuse tra alcuni candidati. Lei cosa ne pensa?”

Abdellatif Mellouki: “Ho incontrato alcuni dei candidati alle elezioni presidenziali ieri, durante la cerimonia per la commerazione dei soldati a Montauban. Ho discusso con loro, chiedendogli di essere davvero molto molto attenti a queste nuove tensioni politiche. Confido soprattutto nei media affinché non giochino a coinvolgere nella attuale situazione i musulmani praticanti che vivono normalmente la propria vita, siano essi operai, ricercatori o universitari, che vivono qui e fanno parte di questa comunità. Tocca ai politici e ai media fare distinzioni chiare e a non cadere nella trappola dell’islamofobia, che potrebbe spingere qualcuno a comportamenti estremisti”.

Euronews: Ultima domanda signor Mellouki. Oggi come responsabile della comunità musulmana quale messaggio si sente di lanciare? Abdellatif Mellouki: “Prima di tutto chiedo alla comunità musulmana di non entrare nel panico. É necessario continuare a vivere normalmente, occorre essere molto prudenti nei confronti delle persone di qualsiasi religione o anche verso coloro che non sono credenti, quindi atei. Occorre essere comprensivi, comunicare con tutti. Non è certo attraverso l’ignoranza che possiamo giudicare. Ma è con la comprensione e soprattutto interagendo e andando verso le altre realtà che possiamo capire le differenze”.

Condividi questo articoloCommenti

Notizie correlate

Attentati Tolosa: 30 anni al fratello del terrorista ucciso durante un raid

Europee, i conservatori francesi fanno campagna elettorale sull'immigrazione al confine italiano

Francia e Regno Unito festeggiano 120 anni di cooperazione: simbolici cambi della guardia congiunti