ULTIM'ORA

ULTIM'ORA

Peugeot vola: record di fatturato e premio ai dipendenti

Peugeot vola: record di fatturato e premio ai dipendenti
Dimensioni di testo Aa Aa

2018, l'anno del boom per PSA.

Mentre il gruppo Renault-Nissan viveva il suo annus horribilis, dopo le vicende legate alla gestione controversa del manager Carlos Ghosn, l'altro big brand francese dell'auto, Peugeot-Citroen, ha navigato veloce e in acque tranquille: 2018 da record per il gruppo transalpino con i ricavi cresciuti del 19%, sopra i 74 miliardi di euro, e un utile netto lievitato del 47%.

Cifre e percentuali da massimo storico alle quali va aggiunto un significativo incremento delle vendite di auto, +6,8%.

Carlos Tavares, CEO di PSA, conferma l'ottima performance del gruppo che riunisce Peugeot, Citroën, DS, Opel, Vauxhall.

"Poiché ci sono ancora in corso discussioni sulle tariffe - dice Tavares - aspetteremo qualche settimana o qualche mese, fino a quando non vedremo chiaramente quali tariffe usciranno da quelle discussioni, per confermare che i nostri piani aziendali stanno volando".

Tavares ha anche elogiato il trend degli anni precedenti: "Peugeot Citroën DS hanno realizzato progressi significativi per il 5° anno consecutivo. Entriamo in questa nuova fase, in un contesto economico di venti contrari ancora più forti, con fiducia. Nessun dubbio che il nostro approccio agile, incentrato sul cliente e socialmente responsabile, farà la differenza".

Un premio è previsto anche per i dipendenti: bonus una da 3.810 euro lordi per tutti coloro che guadagnano sino a due volte il salario minimo.