ULTIM'ORA
This content is not available in your region

Diamanti: a Vasco proposti da Banco Bpm

Diamanti: a Vasco proposti da Banco Bpm
Bancari a pm, un affare per noi rendimento del 15%
Dimensioni di testo Aa Aa

(ANSA) – MILANO, 20 FEB – Fu il Banco Popolare, poi diventato
Banco Bpm dopo la fusione, a proporre a Vasco Rossi l’acquisto
di diamanti a prezzi gonfiati e la rockstar avrebbe versato con
tre bonifici il 20 luglio 2009, il 22 marzo 2010 e il 14 ottobre
2011, rispettivamente 1,043 milioni di euro, 520 mila euro e
poco più di un milione. E’ uno dei dettagli che emerge dalle
carte dell’inchiesta della Procura di Milano che ieri ha portato
la Gdf ad eseguire un maxi sequestro, anche a carico di 5
banche, tra cui lo stesso Banco Bpm, da oltre 700 milioni per
una presunta truffa sui preziosi presentati come “investimento”,
mentre valevano fino all’80% in meno di quanto i clienti li
pagavano. “Nella mia carriera ed esperienza bancaria non ho mai
visto alcun prodotto che garantisse alla banca un rendimento del
15%”, ha messo a verbale un direttore di filiale del Banco
Popolare (ora Banco Bpm), spiegando agli investigatori quanto
fosse redditizia, in termini di “commissioni” per gli istituti
di credito, la vendita di quelle pietre.

euronews pubblica le notizie d'ansa ma non interviene sui contenuti degli articoli messi in rete. Gli articoli sono disponibili su euronews.net per un periodo limitato.